Clicky

I Compari Pulperia a Venezia

I Compari Pulperia a Venezia Osteria veneziana, PULPERIA, Oysters Bar, cicchetti, catering a domicilio e... tanto altro!

Normali funzionamento

Recensioni particolari!😜
16/05/2022
Recensione Google su Osteria i Compari Venezia di 伊藤英資

Recensioni particolari!😜

★★★★★ "ヴェニスで食べた蛸で、ここが一番のお気に入りです。 フレンドリーな店員さん、わかりやすいメニュー、オーダーしたメニューは直ぐ出てきました。 味も対応も完璧でした。 またヴェニスに来たら必ず寄り....

♥️
15/04/2022

♥️

Photos from Turismo Città di Venezia's post
08/04/2022

Photos from Turismo Città di Venezia's post

Uno dei nostri primi più richiesti! 😜
05/04/2022

Uno dei nostri primi più richiesti! 😜

👉 È vero, la pasta al nero di seppia si trova già fatta al supermercato, ma vuoi mettere il magnifico profumo di mare di quella fatta in casa: bastano farina, uova e la collaborazione del tuo pescivendolo!
Quindi, la prossima volta che comperi le seppie, fatti mettere da parte i “sacchetti” del nero (se non li adoperi subito, li puoi conservare nel congelatore).
👉 Come per tutta la pasta fresca, regolati così: 100 gr. di farina per ogni uovo. Sul piano, crea con la farina la classica “fontana”, aggiungi un pizzico di sale, rompi le uova e infine aggiungi il nero contenuto nei sacchetti e un poco diluito in olio extravergine. Lavora la pasta fino a ottenere una consistenza omogenea, fanne una palla e lascia riposare per almeno mezz’ora.
👉 Aiutandoti con un velo di farina, stendi sottilmente la pasta col mattarello e tagliala, per esempio a “tagliatelle”, oppure utilizzala come pasta ripiena per ravioli di pesce o lasagne…
Per non confondere i gusti, ti consiglio di sbollentare le tue tagliatelle e saltarle in padella semplicemente con pomodorini, un paio di acciughe, aglio e prezzemolo.
(ph: scattidigusto)

02/04/2022

C’è stato un tempo in cui a Venezia, col “scorso” (carapace) della granseola si decoravano i piccoli specchi da borsetta delle gentildonne. Naturalmente dopo averne mangiato il delizioso contenuto, perché si hanno notizie certe che, fin dal XVI secolo, quel crostaceo era ritenuto una autentica delizia.

Granseola in "scorso suo" 😋
Facile, ma ci vuole pazienza!
👉 Fai bollire una pentola d’acqua con qualche goccia di limone, quindi immergi le granseole e cuoci per una decina di minuti (naturalmente il tempo dipende dalla dimensione dei crostacei).
👉 Ora scolale, lascia che si raffreddino e armati di gran calma: dovrai liberare dalla polpa tutte le parti della granseola, zampe comprese (meglio con l’apposito strumento).
👉 Puoi servire la polpa nel guscio capovolto, con un filo d’olio extravergine e pepe macinato al momento. Abbinamenti consigliati dalla Federazione Italiana Sommelier FISAR: Alto Adige Sauvignon, Collio Malvasia Istriana, Verdicchio dei Castelli di Jesi 🥂

Quasi quasi...!😜
27/03/2022

Quasi quasi...!😜

Il 𝙿𝚘𝚕𝚒𝚄𝙾𝚅𝙾 🐙

01/03/2022

Una collaborazione irrinunciabile

Si può anche dire che è una collaborazione che dura da tutta la vita… Sto parlando di quella con mia madre, restauratrice e decoratrice, musa indiscussa e critica più importante in assoluto del mio lavoro. Dopo tanti anni, il suo parere è sempre quello a cui tengo di più.

I nostri lavori “stanno bene insieme”, proprio come noi che passiamo ore ed ore in laboratorio a lavorare fianco a fianco (e direi che questo pannello decorativo ne è la prova).

Grazie Carla Vlah per aver creato questa bellissima ambientazione per il mio polipo su piedistallo e grazie per tutte le nuove prospettive che sei in grado di mostrarmi.

Love...
15/02/2022

Love...

Una zuppa di pesce calda calda...ci sta! 😜
28/12/2021

Una zuppa di pesce calda calda...
ci sta! 😜

Il nostro dessert natalizio...😋&mascarpone
17/12/2021

Il nostro dessert natalizio...😋
&mascarpone

Iniziamo con un po' di crudo...!😜
13/11/2021

Iniziamo con un po' di crudo...!😜

11/11/2021

11 novembre, San Martino❗

"San Martin xe 'ndà in sofita
a trovar la so novissa.
So novissa no ghe gera,
el xe 'ndà col cul par tera.
E col nostro sachetin
Viva, viva San Martin!"

👉 Traduzione: < San Martino è andato in soffitta per trovare la sua fidanzata, ma lei non c'era, così è finito col c**o per terra. Con il nostro sacchetto (ndr: quello con cui si raccolgono le offerte), viva viva San Martino!>
👉 La cantilena originale era più lunga e prevedeva due finali diversi, uno ben augurante per chi regalava i dolcetti, l'altro molto meno per i commercianti "tirchi" 😉

05/11/2021

De venere se magna el bacalà❗️

👉 La “Venerabile Confraternita del bacalà alla vicentina” suggerisce l'unica, autentica ricetta tradizionale...
Ammollare lo stoccafisso, già ben battuto, in acqua fredda, cambiandola ogni 4 ore, per 2-3 giorni. Aprire il pesce per lungo, togliere la lisca e tutte le spine. Tagliarlo a pezzi.
Affettare finemente le cipolle; rosolarle in un tegamino con un bicchiere d’olio, aggiungere le sarde sotto sale, e tagliate a pezzetti; per ultimo, a fuoco spento, unire il prezzemolo tritato.
👉 Infarinare i vari pezzi di stoccafisso, irrorati con il soffritto preparato, poi disporli uno accanto all’altro, in un tegame di cotto o alluminio oppure in una pirofila (sul cui fondo si sarà versata, prima, qualche cucchiaiata di soffritto); ricoprire il pesce con il resto del soffritto, aggiungendo anche il latte, il grana grattugiato, il sale, il pepe. Unire l’olio fino a ricoprire tutti i pezzi, livellandoli.
👉 Cuocere a fuoco molto dolce per circa 4 ore e mezzo, muovendo ogni tanto il recipiente in senso rotatorio, senza mai mescolare. Questa fase di cottura, in termine “vicentino” si chiama “pipare”.
Solamente l’esperienza saprà definire l’esatta cottura dello stoccafisso che, da esemplare ad esemplare, può differire di consistenza.
Il baccalà alla vicentina è ottimo anche dopo un riposo di 12/24 ore. Servire con polenta.
😋

19/10/2021

CAPELONGHE SALTAE !!
Cappelunghe, ovvero cannolicchi saltati in padella: sfiziose accompagnate da fette di pane tostato passate con l'aglio e un filo di buon olio evo.
Ingredienti: molti cannolicchi, una spruzzata di vino bianco secco, abbondante prezzemolo tritato, due o tre spicchi d'aglio in camicia, olio extravergine di oliva e pepe bianco q.b. (per favore non usare il limone!)
😋
Lascia in acqua e sale i molluschi per almeno mezz’ora e poi sciacquali bene. In una padella, scalda l’aglio nell’olio e toglilo quando imbiondisce. Versa le cappelunghe, una spruzzata di vino e fai cuocere col coperchio per 3-4 minuti (la cottura prolungata le rende gommose). Si apriranno rilasciando il loro ottimo “brodetto”. Condisci col prezzemolo e il pepe. Mangiale calde, a scottadito❗️
A portata di mano una bottiglia di Prosecco (se sei in vena di spese, un brut metodo classico va benissimo 🥂)

15/10/2021

Masanette pronte ai COMPARI! 😜

Il nostro Astice alla catalana!😜     🔝
07/10/2021

Il nostro Astice alla catalana!😜

🔝

02/10/2021

Simone Lazzari padovano del Piovese, quando era triste o le cose non giravano per il verso giusto si rifugiava a Venezia. La città lo “guariva” e gli faceva ritrovare la serenità di cui aveva bisogno. E a Venezia ora ci vive e ci lavora. Qui ha ritrovato la forza di ripartire nel mondo della ristorazione dopo aver chiuso con i ristoranti a Piove di Sacco. Ora gestisce I Compari, la pulperia di Rialto Mercato. Luogo non solo per turisti, dove il “folpo” è il principe del banco e le “ombre” le degne compagne. Non manca anche il resto della cichetteria veneziana e dei piatti veloci. Naturalmente al mercato che si apre davanti alle sue vetrine Simone trova quello che gli serve per i suoi piatti. Quando decise di trasferirsi a Venezia, per capire come funzionavano osterie e bacári in centro storico andò a bottega in alcuni locali cult di questo mondo come l’Aciughetta. Anche perché, come dice Simone, bisogna capire gusti e cultura culinaria dei luoghi dove lavori. Alla fine arriva la pulperia che apre insieme a un socio che ora ha intrapreso una propria strada. Il locale continua a funzionare e non è tarato sul popolo della movida. Apre alle 7.30 e chiude alle 16. Una scelta di vita, sottolinea Simone che dice: «Questo mi permette di vivere anche se il lavoro è tanto. Posso godermi la città che mi sorprende sempre. Ho scelto Venezia perché qui sto bene, anche se mi rendo conto che ci sono delle difficoltà. Ma per me i benefici sono ben di più». Ha deciso di aprire una pulperia, ispirandosi alle sagre che si svolgono in terraferma e che vedono protagonista il “folpo”. Pesce molto popolare e che lui celebra nel suo locale cuocendone anche venticinque chili al giorno.

01/10/2021

Grembiuli con tasca pentola, "moeche", "folpo" e gli "escargots" (da brava Borgognona 😉) Quale disegno preferite?

I nostri vicini! 😉
26/09/2021

I nostri vicini! 😉

Comitato d’accoglienza dell’Hotel Pensione Guerrato! 🐾🐾♥️
⛔️ ♥️

Arriverà ai COMPARI?
21/09/2021

Arriverà ai COMPARI?

Il proverbio giusto per questo periodo: "A San Michele l'ua xe come el miele" 🍇

I “sugoli”, un dolce che ha radici nella vita contadina.
😋
Lava bene un chilo di uva nera, quindi metti gli acini in una pentola assieme a 120 ml di acqua, metti sul fuoco col coperchio e lascia cuocere per circa 20 minuti, mescolando di tanto in tanto, finche l’uva si ammorbidisce e comincia a rilasciare il succo.
Ora passa l’uva cotta col suo sugo in un passaverdura e mescola il liquido ottenuto (un poco per volta mescolando con una frusta, così che non si formino grumi) con 100 gr di zucchero, 70 gr di farina 00 e un bacchetto di vaniglia.
Adesso fai cuocere a fiamma dolce e porta a bollore mescolando. Quando si sarà addensato come un budino di colore viola, trasferisci nelle coppette: lascia prima raffreddare e poi per un’ora circa in frigorifero a rassodare 👌

Sono arrivate le MASANETE!😜
14/09/2021

Sono arrivate le MASANETE!😜

Stanno arrivandooooooo....!!!😜😜😜
10/09/2021

Stanno arrivandooooooo....!!!😜😜😜

MASANETE
👉 Le “masanete” sono le femmine di granchio. Mentre i maschi sono gli "spiantani" (che, nella fase di muta, quando cambiano il carapace e si presentano teneri e molli, si chiamano “moleche”) le femmine sono piene di uova e prendono il nome di “masanete col coral”.
Crediamo che il periodo migliore per consumare le masanete vada da ottobre a metà novembre (clima permettendo).
🦀
👉 Lava bene le masanete e lessale per cinque/sei minuti in abbondante acqua salata. Lasciale intiepidire nella stessa acqua, quindi scolale e stacca le zampe. Ora taglia il bordo del carapace, così da poter dividere a metà il corpo. Condisci con olio extravergine, prezzemolo, aglio, sale, pepe e lascia riposare prima di servire.
Un buon bicchiere di Lugana DOC 🥂

Photos from Distilleria Nardini 1779's post
25/08/2021

Photos from Distilleria Nardini 1779's post

20/08/2021

Pronto a farti conquistare da un seducente elisir? È Bitter Chinato! Ideale come aperitivo o dopo pasto. Gustalo in un Bassano-Torino e lasciati sorprendere da un Bitter unico nel suo genere… inedito, non filtrato per un gusto rotondo che ci lega al passato.

30/07/2021

Repetita iuvant 😉
👉 LA RICETTA ORIGINALE (cortesia della "Dogale Confraternita del Baccalà Mantecato).
INGREDIENTI per 4 persone:
250 gr. di baccalà (stoccafisso) già bagnato e deliscato (polpa e pelle) olio extra vergine di oliva poco profumato, alloro, limone, sale, pepe, prezzemolo tritato, polenta.
👉 PREPARAZIONE:
mettete il baccalà in una pentola, copritelo con acqua fredda leggermente salata e portate ad ebollizione. Cuocete il baccalà per circa 20 minuti con il limone e l’alloro. “Mantecate” la polpa del pesce a mano con un cucchiaio di legno o con una planetaria (in casa evitate se potete il frullatore, o proprio in caso limite usate la lama di plastica!), versando a filo l’olio e lasciandolo assorbire piano, come se fosse una maionese. Otterrete una crema compatta e omogenea, di aspetto lucido e con ancora qualche pezzo intero. La misura dell’olio dipende dalla qualità del pesce che state lavorando. Aggiustate di sale e di pepe ed eventualmente in finale la densità, con un po’ di acqua di cottura del pesce. Il piatto si guarnisce tradizionalmente con prezzemolo tritato e si accompagna a polenta fresca, oppure grigliata. Preferibilmente di mais Marano o del veneziano clone “bianco perla”.

Rivenditori di GHIACCIO a Venezia!Presso i COMPARI al mercato di Rialto...😉
30/07/2021

Rivenditori di GHIACCIO a Venezia!
Presso i COMPARI al mercato di Rialto...😉

Fate parte del 10% dei migliori ristoranti del mondo.Congratulazioni a:I Compari Pulperia a VeneziaIl premio Travellers'...
28/07/2021

Fate parte del 10% dei migliori ristoranti del mondo.
Congratulazioni a:
I Compari Pulperia a Venezia
Il premio Travellers' Choice è un riconoscimento ai ristoranti che offrono continuamente esperienze fantastiche ai viaggiatori di tutto il mondo. Nell'ultimo anno le strutture vincitrici come la vostra hanno ottenuto recensioni e punteggi positivi dai viaggiatori.In quest'anno particolarmente difficile, vi siete fatti notare offrendo agli ospiti un servizio ed esperienze eccellenti. Grazie e ancora congratulazioni per il vostro meritato premio

17/07/2021

Menù del Redentore
4 - CAPELONGHE A SCOTADEO
😋
Le "capelonghe" (pronuncia senza la L) sono i cannolicchi, "sàltae a scotadeo" vuol dire saltate in padella da mangiare con le mani: sfiziosissimo con tanto sughetto, a mo' di zuppetta con i crostini di pane.
👉 Lascia le capelonghe in acqua e sale per un'oretta, quindi sciacquale. Semplicissimo, buonissimo: scalda olio extravergine con due spicchi d'aglio in una padella, aggiungi i molluschi, mescola e lascia cuocere coperto finché non si saranno aperti (3/4 minuti al massimo, la cottura prolungata le rende gommose).
👉 La roba più buona è il loro “brodetto” con tutto il sapore del mare: condisci con una generosa presa di prezzemolo tritato e pepe nero macinato al momento. Da servire calde, evitando il limone, le capelonghe sono anche un ottimo condimento per la pastasciutta.

15/07/2021

Menù del Redentore
1 - BOVOLETTI

Cominciamo con una ricetta tipica che non può assolutamente mancare il giorno del Redentore.
👉 In Pescaria compra un chilo o più di bovoletti (pronuncia bovoeti), mettili a “spurgare” in acqua poco salata per un paio di ore, coprendo il recipiente se no scappano. Lavali e mettili in una pentola con acqua fredda. Ora comincia la cottura col fuoco bassissimo così i bovoletti, sentendo il calore, si sporgono dal guscio. Controlla: quando saranno usciti, alza la fiamma... un "bogio" e sono pronti da scolare, farli raffreddare e condire con un trito abbondante di prezzemolo e aglio, olio extravergine, sale e pepe. Lasciali riposare e insaporire per qualche ora, mescolando di tanto in tanto.
👉 Per toglierli dal loro guscio puoi aiutarti con uno stuzzicadenti 🍾🥂

Indirizzo

San Polo,255 Rialto Mercato
Venice
30125

Orario di apertura

Lunedì 08:00 - 15:00
Martedì 08:00 - 15:00
Mercoledì 08:00 - 15:00
Giovedì 08:00 - 15:00
Venerdì 08:00 - 15:00
Sabato 08:00 - 15:00

Telefono

+393292183540

Sito Web

Notifiche

Lasciando la tua email puoi essere il primo a sapere quando I Compari Pulperia a Venezia pubblica notizie e promozioni. Il tuo indirizzo email non verrà utilizzato per nessun altro scopo e potrai annullare l'iscrizione in qualsiasi momento.

Contatta L'azienda

Invia un messaggio a I Compari Pulperia a Venezia:

Ristoranti nelle vicinanze


Altro Ristorante di pesce Venice

Vedi Tutte

Commenti

" FOLPETTO o scherzetto ? " è la proposta de I Compari Pulperia a Venezia per il Carnevale del Gusto.
Folpo bollito nel vino rosso, condito con aglio, olio e prezzemolo, servito caldo e abbinato con calice di Prosecco.
In degustazione dal 19 Febbraio al fine Marzo.
I Compari Pulperia a Venezia
Campo de la Pescaria, 255/A, 30125 Venezia
Telefono: +39 329 218 3540 ww.facebook.com/simonelazzari6
Carnevale di Venezia - Official Page Fabio Busetto
Scoperto per caso, se vado di nuovo a Venezia non sarà un caso tornarci
Venezia è un pesce, e godiamocelo tutto questo pesce, in tutti i sensi, in quest'ultimo weekend di apertura al pubblico di ristoranti e bacari a ridosso della zona arancione. Potrà capitare che un un amico ti chieda di consigliargli il miglior ristorante di pesce a Venezia per un pranzo o un aperitivo al sole.
Se vuoi essere un eccellente advisor dai un'occhiata ai nostri consigli su dove mangiare pesce a Venezia centro storico.
Anche d'asporto o in delivery. Perché siamo sul pezzo, un'altra dote indispensabile per un buon advisor.
.
Pesce esclusivamente freschissimo, intriganti proposte di crudo e attualizzazioni della tradizione. Ideale per pranzare con stile e per un aperitivo da veneziano esperto. Oficina Ormesini
.
in un solo morso si possono gustare la freschezza di una materia prima eccellente, lo spirito della tradizione e il sapore delle sperimentazioni Osteria Al Cantinon
.
Venezia si ammira e si vive, e lo stesso vale per i piatti di Sudest 1401
.
Esiste location più suggestiva e significativa per gli amanti del pesce? I Compari Pulperia a Venezia
.
Se vuoi consigliare un ristorante di pesce a Venezia puntando sul sicuro, di qualità, affidabile e classicamente adorabile, punta tutto su Ristorante Da Mario alla Fava .
.
l'emblema dell'opulenta eleganza veneziana, condita da una cucina tradizionale e moderna al tempo stesso da Bistrot de Venise
.
un tempio della cucina veneziana fatta in casa Ristorante Casa Cappellari
.
Cucina veneziana casalinga e assortimento di cicchetti da goduriosi sono le armi vincenti di Aea Canevassa
.
la materia prima fresca è condita con tocchi estrosi e fusion e c'è di che emozionarsi da Osteria Anice Stellato
.
Dalla cucina (a vista!) escono piatti del giorno preparati in base al pescato, grandi classici immancabili, e un'aperitivo in riva inimitabile Ogio
.
.
.
.
Leggi molto di più ---> https://2night.it/447942-/mangiare-il-pesce-venezia.html
o segui il link alla pagina di Venezia
.
.
.
Come finire bene una giornata a Venezia?
I Compari Pulperia a Venezia 🖤
Restiamo a casa 🏠 A dopo 🐙❤️
Simone de I Compari Pulperia a Venezia provare per credere
Aspettando il Weekend... un assaggio del Mercato di Rialto a Venezia

E se andate a far la spesa non potete mancare i cicchetti di Simone de I Compari Pulperia a Venezia
Friday for fishes.... super delicious!!!
x

Altro Ristorante di pesce Venice (vedi tutte)

Bar Rialto da Lollo Barcollo Venezia All'Arco Venezia 436 Antica Trattoria Poste Vecie VINI DA PINTO Trattoria alla Madonna Taverna Al Remer Pasticceria Martini di Palombella Osteria ai Promessi Sposi Bacaro al ravano Ristorante Terrazza Sommariva Trattoria al Vagon AMO Ae Forcoe Taverna Barababao