L'Allegro Pomociccio

L'Allegro Pomociccio Since 2014 , Food Lovers ;)

L'Allegro Pomociccio è un marchio legalmente registrato.
24/08/2019

L'Allegro Pomociccio è un marchio legalmente registrato.

Oro..
21/06/2018

Oro..

12/02/2017

@LAllegroPomo on Twitter . Diffidate dalle imitazioni 😉

L'Allegro Pomociccio
11/02/2017

L'Allegro Pomociccio

ATTENZIONE LA NOSTRA AZIENDA SI E' TRASFERITA .L'ALLEGRO POMOCICCIO S.A.S. NON E' PIU' IN CAMPO DE LA LANA 599\D , VENEZ...
08/02/2017

ATTENZIONE LA NOSTRA AZIENDA SI E' TRASFERITA .
L'ALLEGRO POMOCICCIO S.A.S. NON E' PIU' IN CAMPO DE LA LANA 599\D , VENEZIA.
FACCIAMO NOTARE CHE VI E' STATO UN TENTATIVO DI APPROPRIAZIONE DI MARCHIO (CHE E' DEPOSITATO) E NOME DAI NOSTRI ACCOUNT E PAGINE AZIENDALI.
AGIREMO LEGALMENTE NEI CONFRONTI DI QUESTI SIGNORI.
#lallegropomocicciovenezia #allegropomocicciotripadvisor #tripadvisor #lallegropomocicciofacebook #lallegropomociccioo
#campodelalana #allegropomociccioo
VI COMUNICHEREMO A BREVE LA NUOVA SEDE.
A PRESTO .
ANDREA & MARINA

L'Allegro Pomociccio
08/02/2017

L'Allegro Pomociccio

L'Allegro Pomociccio's cover photo
06/02/2017

L'Allegro Pomociccio's cover photo

L'Allegro Pomociccio è chiuso per cambio di sede. Comunicheremo a breve il nuovo indirizzo. Ringraziamo i gentili client...
03/11/2016

L'Allegro Pomociccio è chiuso per cambio di sede. Comunicheremo a breve il nuovo indirizzo. Ringraziamo i gentili clienti.
A presto :-)

The Allegro Pomociccio is closed for change of venue. We notify shortly the new address. We thank the dear customers.
See you soon :-)

L'Allegro Pomociccio est fermé pour le changement de lieu. Nous avertissons peu la nouvelle adresse. Nous remercions les chers clients.
A bientôt :-)

Das Allegro Pomociccio ist für die Änderung der Veranstaltungsort geschlossen. Wir benachrichtigen kurz die neue Adresse. Wir danken den lieben Kunden.
Wir sehen uns bald :-)

COOKIES AL CIOCCOLATO IN 5 MINUTI !!!Ovvero , siamo sempre di corsa..ma amiamo la dolcezza :)I cookies americani al cioc...
11/06/2016

COOKIES AL CIOCCOLATO IN 5 MINUTI !!!

Ovvero , siamo sempre di corsa..ma amiamo la dolcezza :)

I cookies americani al cioccolato sono biscotti al b***o extrabuoni, ma con il caldo l'ultima idea che ci viene è accendere il forno.
Perchè non provare una cottura al microonde, ci vorranno 5 minuti totali ,e’ davvero un gioco da ragazzi.
La soddisfazione di utilizzare il forno a microonde anche per dolcetti squisiti e deliziosi non ha prezzo!

Per fare questi biscotti americani nel forno a microonde dovete prendere un contenitore o teglia adatta al microonde (state attenti) e successivamente trasferirvi il composto precedentemente creato, pressarlo leggermente e lasciarlo cuocere per qualche momento all’interno.
Il risultato è sorprendente !
E' una ricetta senza lievito , quindi ottima per chi non lo tollera e facile e divertente da far fare anche ai bimbi.

Ingredienti per un biscottone

1 cucchiaio di b***o fuso
2 cucchiai di zucchero di canna
un pizzico di sale
1 tuorlo
3 cucchiai di farina 00
1 pugno di gocce di cioccolato
vanillina o essenza di vaniglia

Procedimento

In una ciotola mescola b***o fuso, sale, zucchero e il tuorlo.
Aggiungi essenza di vaniglia o vanillina, farina e mescola ancora tutto per bene. Il composto deve risultare ben s**o e manipolabile.
Incorpora alla fine le gocce di cioccolato!
Prendi l’impasto e trasferiscilo all’interno di un contenitore o teglia adatta al microonde (puoi usare anche piattini per le varie porzioni) e fai cuocere a max. temperatura per 1 min. circa.
Lascialo raffreddare completamente perche’ quando e’ caldo potrebbe rompersi facilmente dato che la consistenza sara’ quella di un biscotto morbido. Una volta lasciato raffreddare invece diventera’ croccante!

Consiglio

Controllate il biscotto mentre cuoce, perche’ dovra’ diventera’ leggermente dorato e ovviamente non dovra’ risultare troppo scuro. Controllalo continuamente e se necessario accorcia il tempo di cottura.

#americanchipchocolatecookies #bicottimicroonde #cookiescioccolato #ricettemicroonde #cookiesaumicroonde

Auguri di una Pasqua serena e piena di sole a tutti i nostri cari Clienti !Wishes for a happy Easter to all our dear cus...
27/03/2016

Auguri di una Pasqua serena e piena di sole a tutti i nostri cari Clienti !

Wishes for a happy Easter to all our dear customers !

#Pasqua #Easter #wishes #pasquavenezia #bestpizzainvenice

Avvisiamo la gentile clientela che il negozio rimarrà chiuso per circa due settimane per pizzaiolo ingessato... A presto...
09/03/2016

Avvisiamo la gentile clientela che il negozio rimarrà chiuso per circa due settimane per pizzaiolo ingessato... A presto .

We advise our customers that the store will be closed for about two weeks because the pizza chef is plastered .... See you soon .

#l'allegropomocicciovenezia #pizzavenezia #closedduetoillness #chiusopermalattia #l'allegropomociccio

OLIO DI PALMA.. NESSUNA ASSOLUZIONE PER IL MINISTERO DELLA SANITÀ !Nessuna assoluzione per l’olio di palma. Il problema ...
09/03/2016

OLIO DI PALMA.. NESSUNA ASSOLUZIONE PER IL MINISTERO DELLA SANITÀ !
Nessuna assoluzione per l’olio di palma. Il problema dell’eccesso di assunzione dell’olio tropicale esiste e non va sottovalutato, anche se in rete si leggono messaggi tranquillizzanti e assolutori che non rispondono a quanto scritto nel documento dell’Istituto Superiore di Sanità. Per chiarire la situazione abbiamo posto alcune domande al dottor Marco Silano dell’Istituto Superiore di Sanità che ha redatto il documento.

Secondo i dati ufficiali gli italiani consumano in media 12 g di olio di palma al giorno, nella maggior parte dei casi ingrediente dei prodotti da forno dolci e salati. Il valore probabilmente aumenta per i bambini. Questo aspetto emerge dalla vostra analisi? Ci sono dei problemi dal punto di vista della salute?
Secondo l’OMS, la quantità di acidi grassi saturi nella dieta giornaliera non dovrebbe superiore al 10% delle calorie giornaliere totali. La nostra analisi evidenzia che i bambini nella fascia di età 3-10 ne assumono 27.88 g/die, tra il 11-18 % delle calorie totali. Ovvero fino al 40% in più. Di questi grassi saturi, 7.72 grammi derivano da alimenti con olio di palma aggiunto (merendine, biscotti, grissini, cracker, fette biscottate e prodotti da forno…).

olio di palma
Per gli adulti il consumo di saturi è del 24% in più del dovuto
Da queste osservazione emerge che il consumo di olio tropicale nei bambini contribuisce in modo rilevante all’assunzione di acidi grassi saturi la cui presenza deve essere “la più bassa possibile”. Cosa si dovrebbe fare per limitare il problema?
Non è solo necessario ridurre la quantità di acidi grassi saturi nella dieta dei bambini, e dei soggetti adulti a rischio (ipertesi, cardiopatici, dislipidemici…) ma contemporaneamente aumentare l’intake di acidi grassi mono-insaturi e poli-insaturi. Dovendo scegliere se ridurre latte, formaggi, carne, prosciutto cotto da una parte e e biscotti e merendine dall’altra, direi che la scelta va indirizzata verso la moderazione dei prodotti da forno dolci e salati e dei cibi venduti nei supermercati che contengono olio di palma.

Ci sono altre possibilità?
Un’altra soluzione per i bambini e ragazzi normopeso è di preferire il consumo di prodotti da forno o altri alimenti in cui sono utilizzati altri oli più ricchi di mono e polinsaturi.
I bambini nella fascia di età 3-10 annssumono fino al 40% in più di acidi grassi saturi rispetto a quanto indicato da Larn e Efsa
E per quanto riguarda gli adulti?
Anche per gli adulti la quota dei saturi deve essere inferiore al 10% delle kcal. Secondo i nostri conti il consumo giornaliero di saturi è di 27,21 g ovvero il 24% in più del dovuto. Anche in questo caso il valore in eccesso non è trascurabile e merita attenzione.
Ma che problemi può creare una dieta ricca di acidi grassi saturi?
Un consumo eccessivo di acidi grassi saturi modifica il contenuto di colesterolo plasmatico e trigliceridi, aumentando il rischio di eventi cardio-vascolari quali ictus, infarto…..

Lo sapevate che Andrea oltre che un fantastico pizzaiolo è anche un pasticcere bravissimo ? Beh, io a lui chiedo sempre ...
21/02/2016

Lo sapevate che Andrea oltre che un fantastico pizzaiolo è anche un pasticcere bravissimo ? Beh, io a lui chiedo sempre ricette particolari.. oggi vi propongo la :

TORTA SENZA UOVA , SENZA LATTE ,SENZA B***O ! Ovvero una torta Low fat e Vegana :)

Ingredienti
250 g di farina bianca di tipo 00
250 ml di acqua
150 g di zucchero a velo
40 ml di olio di semi di mais
16 g (1 bustina) di lievito per dolci
Succo e scorza di limone non trattato
1 pizzico di sale

In una ciotola, setacciare la farina bianca con lo zucchero a velo e il lievito, aggiungere il sale e la scorza grattugiata di un limone biologico. Ora,in un contenitore chiuso, riunire l’acqua tiepida e l’olio: emulsionare i liquidi.
Versare l’emulsione di acqua ed olio al centro delle polveri, dunque mischiare con le fruste elettriche oppure con un cucchiaio di legno fino ad ottenere una pastella piuttosto liquida, e priva di grumi.
A questo punto aromatizzare l’impasto con il succo di mezzo limone.
E' possibile utilizzare farina integrale e zucchero di canna integrale ma il lo zucchero a velo la rende più leggera. Il limone può essere sostituito con aroma alla vaniglia.
Foderare una teglia quadrata dal lato di 18 cm oppure rotonda dal diametro di 22 cm con la carta da forno. Versare l’impasto nella teglia e livellare con un cucchiaio.
Cuocere a 160°C (ventilato) per 40 minuti. In alternativa, cuocere il dolce a 180°C (forno statico) per 40-45 minuti.
Sfornare il dolce, lasciar intiepidire e spolverizzare a piacere con zucchero a velo.
Potete farcirla a piacere ;)

Did you know that Andrea well as a great pizza chef is also a talented pastry chef ?
Well, I always ask him special recipes .. today I propose to:
CAKE WITHOUT EGG, MILK WITHOUT WITHOUT BUTTER!
Or a cake Low fat and vegan :)

ingredients
250 g of white flour of type 00
250 ml of water
150 g of powdered sugar
40 ml of corn oil
16 g (1 teaspoon) baking powder
Juice and lemon rind untreated
1 pinch of salt

In a bowl, sift the flour with white powdered sugar and baking powder, add the salt and the grated rind of one organic lemon. Now, in a closed container, combine the warm water and oil: emulsify liquids.
Pour the emulsion of water and oil to the center of the dust, then mix with an electric mixer, or with a wooden spoon until you have a batter rather liquid, without lumps.
At this point the dough flavored with lemon juice.
It's possible to use whole wheat flour and whole cane sugar but the powdered sugar makes lighter. The lemon can be replaced with vanilla flavor.
Line a 18cm square pan from the side or from the round of 22 cm diameter with baking paper. Pour the batter into the pan and smooth with a spoon.
Bake at 160 ° C (ventilated) for 40 minutes. Alternatively, bake the cake at 180 ° C (static oven) for 40-45 minutes.
Churn the dessert, let cool and sprinkle to taste with powdered sugar.
You can stuff it at will;)

#tortavegana #lowfat #tortasenzalatteneuovaneb***o #vegancake #lowfatcake #dolcesenzacolesterolo #veggiecake

Oggi è la giornata mondiale del gatto ! Una festa che i nostri piccoli amici meritano. Date un bacio o una carezza alle ...
17/02/2016

Oggi è la giornata mondiale del gatto ! Una festa che i nostri piccoli amici meritano. Date un bacio o una carezza alle vostre meraviglie da parte nostra ;-)
#giornatamondialedelgatto #catday

Il nostro San Valentino quest'anno è dedicato alla cara Terra..che ci ama sempre.
13/02/2016

Il nostro San Valentino quest'anno è dedicato alla cara Terra..che ci ama sempre.

Formaggio Vegan Home Made !Amate il formaggio ma siete vegani... e non avete ancora trovato la ricetta casalinga che vi ...
07/02/2016

Formaggio Vegan Home Made !
Amate il formaggio ma siete vegani... e non avete ancora trovato la ricetta casalinga che vi soddisfi? Provate questa!
Un delizioso formaggio spalmabile da usare su pasta, crostini o pizza .
Prossimamente vi daremo anche la ricetta della perfetta pizza Vegan Home made .

ingredienti

• 30 g di anacardi
o nocciole
• 2 cucchiaini Tapioca
• 2 cucchiaini birra di lievito di birra maltato (più o meno a seconda ddei gusti
• 230 ml di acqua

opzionale
• Tofu
• basilico
• sale
• Spezie ed erbe aromatiche ....

istruzione

• Mescolare tutti gli ingredienti fino ad una consistenza completamente liscia
• Versare in una casseruola e cuocere a fuoco medio, mescolando fino a quando si formi una pasta spessa e untuosa.
• Questo è tutto! Finito in 5 minuti!

Per una consistenza più morbida mettete meno tapioca.

#formaggioveganhomemade #veganhomemaderecipe #veggie #formaggioveg

29/01/2016

Se anche voi adorate i gatti ecco un video che non potete perdere..idee pratiche e semplici per rende felici mici e padroni :)

If you adore cats here is a video that you can not miss..simple and practical ideas to make happy cats and owners :)
Emoticon smile

#gatti #cats #tracticalideasforcats #giochipergatti #mici #catgames

18/01/2016
UN PASTICCIERE IN CORSIA PER I PICCOLI MALATI DEL REPARTO DI P...

UN PASTICCIERE IN CORSIA PER I PICCOLI MALATI DEL REPARTO DI PEDIATRIA
Succede a Treviso dove uno chef, professore in pensione, prepara biscotti ogni mattina per i bambini ricoverati al Ca' Foncello. Ringrazio di cuore lui, l'Associazione Pasticcieri di Treviso e i suoi ex alunni, per la meravigliosa iniziativa che "coccola" i malati più indifesi.
#pasticcerecafoncello #pediatriatreviso #biscottiospedale

Frodi alimentari: ovvero spendere una follia per il falso e l'avariato !L’alimentazione certamente è una delle spese mag...
15/01/2016
Frodi Alimentari

Frodi alimentari: ovvero spendere una follia per il falso e l'avariato !

L’alimentazione certamente è una delle spese maggiori per la famiglia, e quando crisi economica ed eccessiva tassazione causano problemi di liquidità, molte famiglie sono spinte (o per meglio dire costrette) a risparmiare sull’alimentazione, campo dove sempre più frequentemente si scoprono truffe e raggiri.
Sono tanti infatti ad approfittare del bisogno dei consumatori, per lucrare sul nuovo filone proponendo cibi a costi ridotti in quanto ottenuti in modo illecito, settore dove gli esempi negativi si susseguono continuamente.
Le notizie di sequestri fatte dai NAS sono shoccanti, tra il 2007 e il 2013 sono cresciuti del 170%, un valore annuo di sequestri di circa 500 milioni di euro.
Sono state sequestrate 1000 tonnellate di carne e altri prodotti di macellazione conservati in stato pessimo o senza indicazioni sulla tracciabilità, sequestro di prosciutti ottenuti da animali nutriti con rifiuti speciali, ingredienti scaduti anche da tre anni usati per la produzione di gelati, tonnellate di formaggi prodotti irregolarmente, formaggi andati a male "rigenerati", e ancora, oli di semi “miracolosamente” trasformati in olio extravergine d’oliva, vini che attendono impazienti di conoscere l’uva che li ha generati, mozzarelle di bufala di latte comune in polvere o latte di mucca di provenienza sudamericana sbiancato con calce e soda.
Seguono casi "bizzarri" nonché gravi quali, latticini color “puffo” o rossastro, tartufi di scarso pregio coltivati in nord Africa e vietati, spacciati per pregiati tartufi bianchi,radicchio marocchino,pecorino sardo fatto in Romania, sequestri di miele contaminato da acaricidi vietati.
In questo panorama dove le frodi relative a prodotti scaduti e venduti rietichettati sembrano quasi un peccato "veniale, la morale da trarre è che prima di acquistare prodotti "troppo" convenienti, servirebbero certezze sulla provenienza, e nel dubbio meglio diffidare.

I maxi sequestri di prodotti adulterati o contraffatti comunque si susseguono continuamente per un “giro d’affari” stimato in tre milioni al giorno, e l’esperienza insegna che probabilmente quella che si trova è solo la punta dell’iceberg.

Le norme vigenti sono troppo blande. Le attuali normative ,infatti, non costituiscono un vero deterrente in quanto non prevedono detenzione ne ritiro delle autorizzazioni per i colpevoli. La legge dovrebbe prevedere sanzioni molto più pesanti, ed oltre ad impedire alle società coinvolte di continuare a operare nel settore alimentare, dovrebbero contenere anche risvolti penali per imprenditori e aziende responsabili di tali comportamenti.

Servono riprove? L'Italia è il primo Paese dell'Unione Europea per numero di segnalazioni di cibi contaminati . Segno per un verso che i controlli funzionano,( il settore agroalimentare italiano si presenta,comunque, di elevato livello qualitativo), ma conferma soprattutto dei problemi di sicurezza alimentare.

Se desiderate approfondire vi consiglio di visitare il sito http://buff.ly/1SMS4hH
in collaborazione con il Ministero delle Politiche agricole, alimentari e forestali.

#frodialimentari #sofisticazionialimentari #truffealimentari

Frodi Alimentari

Pizza surgelata..la conosci davvero? Quando alla sera tornate stanchi a casa ,dopo una lunga giornata di lavoro e prelev...
12/01/2016

Pizza surgelata..la conosci davvero?
Quando alla sera tornate stanchi a casa ,dopo una lunga giornata di lavoro e prelevate dal vostro freezer una pizza surgelata comprata al supermercato.. sapete davvero cosa state mangiando?

Leggiamo gli ingredienti di unatradizionale pizza margherita di una ditta famosa . Ecco cosa abbiamo scoperto.
Farina di grano tenero tipo 0, formaggio mozzarella 19% (latte, sale, caglio, fermenti lattici), salsa di pomodoro 1%, acqua, olio di colza, sale, lattosio, lievito, amido di mais, olio extra-vergine di oliva, uovo intero in polvere, emulsionanti: esteri mono-e diacetiltartarici dei mono-e digliceridi degli acidi grassi; addensante: gomma di guar; amido modificato, destrosio, origano, olio di cocco, estratto di malto d’ orzo, proteine del latte, basilico, correttori di acidità: difosfati, fosfati di calcio; latte scremato in polvere, agente lievitante: carbonato acido di sodio.

Accidenti quanta roba ,siamo lontani dal classico :Farina, lievito di birra, olio extravergine di oliva, ecc.ecc. Ma vediamo nell'intimo :) questi componenti...

L’olio di colza è un olio estratto dai semi della colza, un fiore giallo brillante appartenente alla famiglia delle Brassicaceae. È utilizzato sia dall’industria alimentare che per la produzione del biodiesel. È composto prevalentemente da acido oleico (esattamente come l’olio di oliva) e presenta anche una buona dose di acidi grassi polinsaturi: il suo problema più grande, però, tale da renderlo controverso, è il contenuto in acido euricico, acido grasso a cui sono state attribuite attività cardiotossiche.

L’olio di cocco, invece, è ottenuto essiccando la polpa del cocco: l’industria alimentare lo utilizza principalmente per le fritture, la produzione di margarine e di prodotti da forno. Dopotutto, essendo ricco in acidi grassi saturi (circa il 90%!) si presenta solido a temperatura ambiente ed ha un’ottima capacità di resistenza alle alte temperature. I suoi acidi grassi saturi sono, fortunatamente, a catena media e non hanno una particolare influenza negativa sul colesterolo nel sangue.
In altri prodotti della stessa categoria è contenuto, invece, il grasso animale (solitamente di suino), solido a temperatura ambiente e ricco di acidi grassi saturi che compongono in prevalenza i grassi animali. Proprio a causa di questa ricchezza è consigliabile limitarne il consumo: ricordiamo che un abuso di grassi saturi, in particolare quelli provenienti dal regno animale, può portare a malattie cardiovascolari quali l’ipercolesterolemia, ad esempio, o l’aumento di peso.

L’amido modificato, invece, fa parte della famiglia dei carboidrati ed è utilizzato dalle piante come riserva di energia. È un elemento molto usato nell’industria alimentare a causa delle sue funzioni di addensante e stabilizzante. Per migliorare queste caratteristiche, potenziandone l’effetto, può essere modificato mediante processi chimici o fisici: in questo modo vengono ottenuti gli amidi modificati che vediamo in etichetta.

In alcuni prodotti di questa stessa categoria, sono presenti anche gli additivi E250 e E252 conosciuti come nitrito di sodio e nitrato di potassio. Sono conservanti sintetici utilizzati principalmente per impedire la crescita del botulino e per esaltare e mantenere la colorazione rossa della carne. Sono additivi, però, controversi: i nitriti e nitrati, infatti, sono i probabili precursori di composti cancerogeni (le nitrosammine) che possono formarsi anche nel nostro stomaco grazie all’ambiente acido. A dosi elevate possono interagire con l’emoglobina, ostacolando il trasporto dell’ossigeno.
Il sodio che contengono, inoltre, si va a sommare a quello già presente negli alimenti o aggiunto con il sale da cucina!
E le calorie ?
Per smaltire una porzione di pizza (che conta tra le 800kcal di una Margherita Tradizionale C****, alle 1129kcal della B** A********, giusto per darvi un pò di cifre), occorrono quasi sette ore di camminata.. Normalmente mangiamo la pizza di sera, quando il nostro pasto dovrebbe avere un apporto calorico non superiore al pranzo: la giornata è quasi finita, stiamo per andare a dormire e come possiamo smaltire le calorie in eccesso? Insomma: non soltanto ricca di grassi ed additivi controversi, ma anche pesante e difficile da smaltire.
#pizzasurgelata #cibiprecotti #oliodipalma #ciboindustriale

Indirizzo

......
Venice
30126

Servizi

  • Groups
  • Kids
  • Takeout

Specialità

  • Breakfast
  • Coffee
  • Dinner
  • Drinks
  • Lunch

Notifiche

Lasciando la tua email puoi essere il primo a sapere quando L'Allegro Pomociccio pubblica notizie e promozioni. Il tuo indirizzo email non verrà utilizzato per nessun altro scopo e potrai annullare l'iscrizione in qualsiasi momento.

Contatta L'azienda

Invia un messaggio a L'Allegro Pomociccio:

Video

Digitare

Ristoranti nelle vicinanze


Altro Gastronomia Venice

Vedi Tutte